terremoto generatore misteroIl Pamir 3 un'arma per generare terremoti e tsunami secondo le volontà politiche costruita dall'America per ottenere il potere mondiale

 

Pamir 3 arma crea terremoti

Pamir 3 fa parte di una tipologia di armi ad alta tecnologia in grado di produrre terremoti, tsunami, distruggere l'equilibrio naturale di una regione, modificare le condizioni atmosferiche quali nubi, precipitazioni, cicloni e uragani, modificare il clima, le correnti oceaniche, lo strato di ozono e della ionosfera, la cui esistenza è stata anche confermata da un generale italiano di nome Fabio Mini, che ha affermato che la guerra tramite armi ambientali è già cominciata. La sperimentazione è nata con l'uso di bombe atomiche fatte esplodere in profondità, sia nel terreno che negli oceani, e da esse si è osservato di quanto sia semplice riprodurre terremoti o tsunami a volontà con cariche ipoteticamente "leggere" posizionate nei punti giusti nella crosta terrestre. Al giorno d'oggi esistono mappe riguardanti la localizzazione delle faglie e delle fratture superficiali terrestri che possono essere, all'occorrenza, usate per produrre disastri inimmaginabili:  negli anni '40 un professore israeliano condusse molti esperimenti nel mare tra Nuova Zelanda e Australia, riuscendo a provocare delle onde anomale dei piccoli tsunami a comando. Questo ricercatore era impiegato presso l’Università di Auckland, Australia, ma il denaro elargito per gli esperimenti arrivava dall'America e dall'Inghilterra.

Pamir 2 arma climatica

Durante il secondo conflitto mondiale molti scienziati neozelandesi tentarono la costruzione di una macchina che riuscisse a generare tsunami potendo quindi sconfiggere il Giappone. Le ricerche vennero condotte e dirette sotto la supervisione di Thomas Leech un australiano dell'università di Auchland, sotto l'appellativo di "Progetto Seal". Tutte le prove riuscirono a raggiungere risultati ecclatanti e vennero svolti in località appartate come a Whangaparaoa, cosa che fece sviluppare le pretese scientifiche con tentativi di scala maggiore come per quello che accadde con il "Progetto Manhattan" con la costruzione della bomba atomica: a capo di entrambi i progetti, come direttore di collegamento fu scelto il dottor Karl T. Compton presidente del MIT, Massachusets Institut of Technology, e fu lui a consigliare Leech di usare una bomba nucleare per ottenere maggiori risultati di generazione tsunami, lavori che per altro continuarono anche dopo la fine del conflitto mondiale ricevendo anche il cavalierato dal Re Giorgio VI nel 1947 per i risultati raggiunti nel progetto della bomba per generare tsunami. I servizi segreti americani negli anni che seguirono si dettero da fare per convincere la popolazione che non poteva esistere un tale progetto o questa arma e che mai sarebbero esistite in futuro, ma ormai il lavoro di Leech era stato riconosciuto come veritiero e fattibile, risultava inattuabile solo per le persone più ignoranti in materia e quelle vendute al sistema governativo e nel 1999 una parte dei documenti per di più vennero declassificati e resi pubblicidal ministero neozelandese degli affari esteri: secondo quanto trapelato dai siti informativi governativi, il lavoro è stato ripreso dall'università di  Waikato anche se si ignorano se le altre ricerche inglesi siano proseguite.

Ufficialmente, alla fine della guerra del Vietnam, l'America e l'Unione sovietica hanno rinunciato alle guerre ambientali firmando la "Convenzione sul divieto di utilizzo di tecniche di modificazione dell'ambiente per scopi militari o per altri fini ostili" (1976) anche se iniziando dal 1975, l'URSS ha avviato nuove ricerche di Magnetoidrodinamica (MHD) dove si studiano la crosta terrestre per prevedere i terremoti. I Sovietici studiarono la possibilità di provocare piccoli terremoti per evitarne uno grande, ricerche che vennero ben presto militarizzate. Sfociarono nella costruzione di Pamir la macchina per terremoti che fini per essere venduta agli Stati Uniti da parte di responsabili del programma che decisero di passarlo per denaro ma essendo la loro ricerca incompleta il Pentagono rifiutò di pagare. Nel 1995, quando la Russia era governata da Boris Eltsin e dall'oligarca Victor Chernomyrdin, l'US Air Force reclutò i ricercatori e il loro laboratorio a Nijni Novgorod dove costruirono una macchina molto più potente chiamata Pamir 3 che venne testata con successo. Il Pentagono acquisì gli uomini e il materiale trasportandoli negli USA dove vennero integrati nel programma HAARP.

proghramma HAARP

Negli ultimi anni sono stati suggeriti alcuni utilizzi dell'arma sismica, particolarmente in Algeria e in Turchia. Tuttavia, il caso più discusso è quello del sisma del Sichuan (Cina), il 12 maggio 2008. Durante i 30 minuti che hanno preceduto il terremoto, gli abitanti della regione hanno osservato colori insoliti in cielo. Se certuni vedono in questi eventi il segno che il Cielo ha ritirato la sua fiducia nel Partito comunista, altri li interpretano in maniera più razionale. L'energia utilizzata per provocare il sisma avrebbe anche provocato le perturbazioni della ionosfera. Nei mesi seguenti, il web e i media cinesi hanno diffuso e discusso questa ipotesi che oggi viene data per certa dall'opinione pubblica cinese.