Yantra rappresentazione del divino


Lo Yantra è la rappresentazione grafica, matematica e magica del divino. E' una tradizione antichissima che precede anche la stessa scrittura, possiamo trovare rappresentazioni grafiche di Dio nelle pitture murali preistoriche, giochi di numeri e quadrati magici in molte culture antiche, ma è nella tradizione tantrica che gli Yantra assumono un più ampio spettro di usi. Molti Yantra sono racchiusi in un quadrato (bhupur) con quattro porte: il quadrato rappresenta il mondo materiale mentre le porte sono i punti di accesso nello Yantra .
Oltre che per invocare il divino lo Yantra è usato dagli Aghori come oggetto di meditazione. Viene dipinto nei muri dei templi o vicino al dhuni (fuoco sacro), viene inciso su piccole lastre di rame e posizionato solitamente nel mandir (tempietto) oppure viene scritto in piccoli quadrati di carta dentro ad un contenitore di argento o di rame come amuleti (kavacha) – proprio come usano fare gli ebrei coi versetti della Bibbia racchiusi in astucci che poi portano legati al braccio sinistro per allontanare “il Maligno” – per ogni applicazione c'è uno Yantra specifico.

 

ganesha yantra


Questo Yantra rappresenta l'energia del Dio Ganesha, il Dio elefante, collegato al chakra base, che porta prosperità, salute, forza ed energia, oltre che salute.
Il seguente yantra rappresenta invece la Dea Kali che governa la distruzione, ma non negativamente, semplicemente ciò che succede nel divenire della vita, dove ogni cosa che ha un inizio arriva ad una fine naturale, forse anche drammatica o violenta, ma essa insegna che la vita è fatta di molti aspetti, e nessuno di essi si può definire malvagio o veramente negativo, bensì solo facente parte di un ciclo naturale, che bisogna imparare ad accettare e rispettare, senza attaccamenti inutili ( proprio come viene insegnato nel Buddismo).
La Dea Kali si presenta in atteggiamento guerriero proprio per rappresentare queste cose, veste un collana di teschi che indicano la caducità delle cose racchiuse nel ciclo della vita.
 

kali yoga


Brandisce un ascia che simboleggia l'energia che “taglia” la testa alla persona che raggiunge il suo traguardo (che non è quello che la persona spesso intende raggiungere), e poggia un piede su un cadavere appena decapitato.
Il seguente yantra rappresenta la Santa Tara, Dea della guarigione, della protezione dal male, e dea della carità, della bontà e della madre.

tara-yantra yoga

Il seguente è forse il più famoso tra tutti gli Yantra, quello più commercializzato, e sta a rappresentare l'energia femminile di Dio che ha creato il Tutto ed è in continua creazione, espandendo in Sé, sé stessa..
La meditazione su questo simbolo, porta a sensibilizzare sé stessi, a entrare in risonanza con la propria parte femminile, protettiva, nutritiva, sempre utile quando si ricerca interiormente il proprio spirito o la propria anima.

shri-yantra yoga