tecniche viaggi astrali obe

Tecniche per avere un Obe

Tecnica del bersaglio:

E' una delle tecniche più efficaci, ma serve un po' di pazienza perché richiede grande concentrazione e non è tra le più semplici. Scegli tre obiettivi all'interno della tua casa, che si trovino in una stanza diversa da quella in cui ti stai esercitando. Se ad esempio ti stai esercitando nella tua camera da letto, puoi prendere come obiettivi tre oggetti che si trovano in cucina o in salotto, l'importante è che i tre oggetti si trovino non troppo distanti tra loro e nella medesima stanza. Devono essere oggetti fisici che puoi visualizzare facilmente. Il primo obiettivo può essere la tua poltrona preferita, oppure un divano, il secondo obiettivo deve essere un dono che racchiude in se un ricordo particolare, può essere ad esempio un souvenir di un viaggio fatto la scorsa estate, oppure un regalo ricevuto da una persona cara. Il terzo obiettivo deve essere un oggetto dal forte impatto visivo, come una statuetta o un quadro che ti piace. Prima di eseguire la tecnica, è bene memorizzare ogni singolo particolare dell'oggetto, per cui prima di esercitarti osserva bene gli oggetti che hai scelto e memorizzane ogni particolare.
Quando sei pronto, dopo esserti rilassato adeguatamente, immagina di trovarti di fronte a quegli oggetti, avvicinati ad essi e scrutane ogni particolare. Guardali attentamente, ti sembreranno reali. Devi addormentarti mentre continui a visualizzare i tre oggetti.

Tecnica della ripetizione

Devi addormentare il corpo rilassandolo come ho scritto precedentemente, riposando le pupille degli occhi e ogni vostro muscolo. Mentre ti rilassi inizia a ripetere delle affermazioni del tipo “ora esco dal corpo”, “adesso compio un viaggio astrale”... Devi scegliere una frase che per te risulta motivante. Ripeti l'affermazione “ora esco dal corpo” (o qualcosa di simile) fino ad addormentarti. L'intenzione di uscire dal corpo deve essere l'ultimo pensiero cosciente.

Tecnica del suono

Hai mai provato ad ascoltare il rumore del silenzio? Può sembrare una frase filosofica, in realtà è una cosa estremamente pratica. Quando la sera ti sdrai, tutto intorno a te tace, tutto è fermo, tutti dormono, fai attenzione alle tue orecchie, concentrati su di esse e potrai ascoltarne il rumore che vi è dentro. E' un fruscio, come un fischio, concentrati su quel suono mentre ti rilassi. Dopo circa 3 minuti noterai come il fischio abbia aumentato la sua intensità. In realtà è la tua concentrazione nei confronti di quel suono che ha fatto si che la tua mente lo percepisca come “più intenso”. Continua a concentrarti su quel suono, senza dimenticare di rilassarti mentre lo fai. Concentrati fino a che il suono non diventerà molto forte. Immagina di poterlo “incrementare” a tuo piacimento, se riuscirai a raggiungere il rilassamento mentre continui a concentrarti su quel suono, ci sono ottime possibilità di avere un'esperienza extracorporea.

Tecnica del conto alla rovescia

Respira profondamente fino a che non ti sei completamente rilassato. Ripeti mentalmente frasi del tipo: “Adesso conterò alla rovescia. Quando sarò arrivato a 0 uscirò dal mio corpo”. Quando ti senti pronto comincia a contare partendo da un numero che può andare da 30 a 50. Se è la prima volta ti consiglio di partire da 50. Tra un numero e l' altro inspira ed espira molto dolcemente. Inspira. 50 Espira. Inspira. 49 Espira. Inspira. 48 Espira. Inspira. 47 Espira. ... E così via. Più ti avvicini allo 0 più il tuo corpo si rilassa, ripeti mentalmente di tanto in tanto la frase “mi sto avvicinando sempre più al momento del distacco”. Arrivato a 0 dovresti come minimo sentire le vibrazioni. Se non succede niente significa che non ti sei rilassato abbastanza. Ricomincia l'esercizio partendo da un numero più basso, ad esempio 20. Se non sei abbastanza rilassato e/o concentrato può accadere che neanche al secondo tentativo accada nulla. Niente panico, come ti ho già detto il fallimento è necessario per il successo, riproverai domani. Ricorda che la respirazione deve essere dolce, naturale, e non forzata.

Tecnica del risveglio

Questa tecnica è una specie di “scorciatoia” per avere un'esperienza extracorporea. Sostanzialmente si tratta della tecnica della ripetizione con un piccolo “trucchetto” pratico che può semplificare la fuoriuscita. Lo svantaggio di questa tecnica è che distrugge il normale ciclo del sonno, per questo la consiglio soltanto dopo aver provato senza successo almeno un'altra tecnica, e ad ogni modo non dovrebbe mai diventare la propria tecnica abituale per avere un'esperienza fuori dal corpo. In sostanza, usala occasionalmente se proprio hai fretta di bruciare le tappe (cosa che, ripeto, sconsiglio) o vuoi compiere il tuo primo viaggio astrale senza doverti esercitare per giorni. La tecnica consiste nello svegliarsi durante il sonno per poi rimettersi a letto ed applicare la tecnica delle affermazioni. Devi mettere la sveglia a circa 4 ore e mezza dopo che sei andato a dormire. Se ad esempio vai a dormire alle 11:30 devi impostare la sveglia alle 4:00 di mattina. Dopodiché alzati, vai a bere un bicchiere d'acqua e rimani sveglio per circa dieci/quindici minuti. Non mangiare o fare esercizio fisico. Non guardare la TV o leggere, in altre parole, non devi fare nulla che richieda dispendio di energie. Quando torni a letto devi semplicemente seguire lo stesso principio di sempre, cercando di addormentare il corpo rimanendo sveglio con la mente. Ripeti dentro di te frasi del tipo “adesso esco fuori dal corpo”, “ora compio un viaggio astrale”. In questo modo dovresti facilmente riuscirci, in caso di fallimento ti addormenterai ed è probabile che tu abbia un sogno lucido. Un sogno lucido non è niente altro che un normale sogno in cui ti accorgi di essere nel sogno. Se hai mai avuto un'esperienza di questo tipo, che è abbastanza comune, mi hai sicuramente capito. Il sogno lucido di per sé non è nulla di eccezionale ma puoi sfruttarlo proprio per compiere un viaggio astrale. Tutto sta nel fatto di essere consapevoli di stare sognando, questo è un sogno lucido. Se ci riesci non farti sfuggire questa occasione. In quel momento tu sei il padrone del tuo sogno, puoi modificarlo a tuo piacimento e fare qualsiasi cosa tu voglia. Ebbene puoi perfino provare ad applicarti al viaggio astrale, ti basterà pensare di volerlo fare e verrai automaticamente proiettato all'infuori del tuo corpo, a quel punto il sogno finirà e ti ritroverai fuori dal corpo.

Tecnica del tunnel nero

Questa tecnica richiede che ci sia buio totale, per cui non è indicata se si vuole provare di mattina o durante il giorno. Se intendi applicarti ad essa, assicurati che non entri il minimo fascio di luce nella stanza, soprattutto non devono esserci fonti luminose davanti ai tuoi occhi. Mentre ti rilassi devi annullare i pensieri e concentrarti sul nero che hai di fronte. Quale nero? Quello che semplicemente vedi quando hai gli occhi chiusi. E' un nero completamente vuoto, immagina di “entrare” in questo vuoto immenso. Come se fosse un tunnel nero, senza sfumature, devi “navigarci” dentro con l'intenzione di percorrerlo. Non distogliere nemmeno un attimo l'attenzione, continua a percorrerlo finché non ti accorgi di trovarti completamente dentro in questo vuoto senza fine. Continua a percorrerlo e ripeti la frase “adesso esco dal corpo”. Generalmente questa tecnica è molto efficace ma richiede parecchia concentrazione perché basta distrarsi un secondo per dover cominciare tutto da capo.