L'armonia sessuale e una vita piena



L'atto d'amore fornisce al taoismo un vasto e complesso corpo di simboli perfetta illustrazione dello Yin e dello Yang.

I movimenti e le posizioni dell'amplesso sono descritti in un linguaggio allegorico: “ali dispiegate sull'orlo della scogliera”, il gatto nella tana del topo”, la scimmia appesa ai rami del pino”.

L'immaginario degli opposti offre un codice naturale per descrivere la forma degli organi riproduttivi: quello maschile – yang – detto “uccello rosso”, “pilastro del drago”o “stele di corallo”.

La parte femminile evoca invece apertura e dolcezza: “pesca”, “peonia”, “loto dorato” e “vaso che accoglie”.
Per il taoista il perseguimento dell'armonia attraverso l'amore carnale è un chiave dell'esistenza lunga e feconda.

Il de di Daode significa anche benessere, distensione e piena soddisfazione delle facoltà fisiche e mentali; pazienza e rispetto vanno osservati nella cura del corpo, non necessariamente seguendo regole della medicina tradizionale e le buone norme della dietetica.

Il vero taoista imparerà grazie all'attenzione scrupolosa della propria esperienza individuale e all'osservazione puntuale del mondo che lo circonda.
La letteratura taoista è ricca di riferimenti ai modelli di comportamento visibili nel mondo naturale – tra i mammiferi, gli insetti, i rettili, le piante, o nella proprietà del vento e dell'acqua – l'uomo compiuto non deve necessariamente essere un asceta: trarrà piacere da ogni esperienza attorno a lui  e appagherà i propri sensi senza cedere alla facilità e mantenendosi vigilante.

Si prenderà cura di sé con scrupolo, mangiando e bevendo quanto basta, specie quando si prepara ad affrontare delle prove.