SAturno il pianeta dell'Acquario e del Capricorno

Saturno

Saturno è il pianeta più distante conosciuto dagli antichi, è il secondo per dimensioni nel sistema solare e il più facilmente riconoscibile al telescopio per l'esteso e luminoso sistema di anelli che lo circonda.
Come Giove ha un'atmosfera formata da nubi che avvolge una struttura interna di idrogeno liquido ed elio; la sua famiglia di satelliti è la più numerosa, ben 18 lune.

A occhio nudo Saturno si mostra come una luminosa stella giallastra, già il binocolo rivela un piccolo disco leggermente ellittico a causa degli anelli,con un piccolo telescopio invece sono facilmente individuabili gli anelli,  larghi due volte il pianeta.
Fra i cinque pianeti visibili a occhio nudo Saturno ha il minore spostamento  angolare in cielo, tanto che la sua opposizione si verifica ogni anno e due settimane; quando si trova in questa formazione osservato con cento ingrandimenti, ha le dimensioni della luna.
Il suo disco è avvolto da bande nuvolose molto meno cospicue dell'altro gigante del sistema solare, ed è altresì privo di strutture simili alla grande Macchia Rossa, nella zona equatoriale del pianeta circa ogni trent'anni durante l'estate dell'emisfero nord, appaiono estese macchie bianche.
A seconda della posizione di Saturno lungo l'orbita solare gli anelli si mostrano sotto angolazioni diverse per la combinazione dell'inclinazione dell'asse del pianeta e della sua orbita rispetto la nostra.
Alla massima inclinazione gli anelli si presentano sotto un angolo di 27°, per due volte durante la rotazione di Saturno attorno al Sole, gli anelli appaiono di taglio e poiché sono davvero sottili, scompaiono alla vista, fenomeno questo verificatosi anche nel 2009.

L'atmosfera nuvolosa di Saturno è simile a quella di Giove solo che è più fredda, nei pressi dell'equatore la velocità dei venti raggiunge i 1800 Km orari, punta massima per un pianeta: al di sotto delle nubi si trovano uno strato di idrogeno liquido ed elio e, più interno, un nucleo roccioso.
La densità media del pianeta è di circa il 70% di quella dell'acqua, la più bassa riscontrata tra tutti i pianeti.
La bassa densità combinata alla rapida rotazione conferisce a Saturno una forma fortemente ellittica: ha un diametro equatoriale di circa 12000 Km maggiore rispetto a quello polare.
Gli anelli di Saturno sono formati da particelle ghiacciate con diametri mai maggiori di qualche metro, le orbite dei satelliti più vicini al pianeta giacciono all'interno del piano degli anelli.
Pan orbita in una regione di bassa densità nota come Divisione di Encke, nella zona esterna dell'anello A; il satellite successivo Atlas, orbita sul confine dell'anello A, mentre Prometheus e Pandora orbitano sui bordi opposti dell'anello F: certi satelliti percorrono la stessa orbita.
Altri satelliti di Saturno sono: Janus, Epimetheus, Mimas, Enceladus, Tethys, Calypso, Telesto, Dione, Helene, Rhea, Titano, Hyperion, Iapetus, Phoebe, partendo dall'esterno dell'anello A fino a quelli più distanti, il cui più esteso di quali è Titano con un diametro di 5150 Km.

Saturno è sempre stato collegato alla morte e al trascorrere del tempo tant'è vero che veniva raffigurato come un vecchio che sbrana i suoi fili, chiara allusione al fatto che tutto ciò che nasce viene divorato dal tempo che passa: in questa veste divenne il reggitore dei segni zodiacali dell'Acquario e del Capricorno.