Marte pianeta simile alla terra

Pianeta Marte

Marte è un piccolo pianeta roccioso con molti punti in comune con la Terra: ha un giorno di 24 ore, una suddivisione delle stagioni comparabile a quella terrestre, calotte polari ghiacciate.
Esistono però anche sostanziali differenze: la temperatura molto difficilmente sale sopra lo 0°C, mentre la sua atmosfera è molto tenue e priva di ossigeno; Marte è chiamato il Pianeta Rosso per la sua colorazione delle pianure desertiche.

Marte è facile da identificare a occhio nudo durante la sua opposizione, quando appare come una stella luminosa dalla marcata tonalità rossastra, infatti un binocolo mostra solo un tenue disco ma già in un piccolo telescopio appaiono le calotte polari e le strutture superficiali scure più estese.
Per osservazioni serie è necessario uno strumento di almeno 20 centimetri di apertura: quando si trova in un'opposizione mediamente favorevole, a un ingrandimento di 100 volte, il pianeta ha dimensioni angolari pari a quelle della Luna.
Marte si trova all'opposizione grosso modo ogni due anni e due mesi, ma la sua orbita fortemente ellittica ne muta sensibilmente la distanza dal nostro pianeta: nelle opposizioni più favorevoli, ogni 15 o 17 anni, si vede molto più grande e brillante.

L'atmosfera di Marte è composta per lo più da anidride carbonica ed è così rarefatta che la pressione sulla superficie è meno dell'1% di quella terrestre, la temperatura di solito è nettamente inferiore allo 0°C.
In inverno l'atmosfera sopra i poli ghiaccia, depositandosi in uno strato solido di anidride carbonica sulle calotte polari permanenti formate da ghiaccio d'acqua.
Le foschie mattutine e le nubi ad alta quota sono visibili dalla Terra; durante l'anno marziano si verificano tempeste locali di polvere, tuttavia spesso capita che queste tempeste possano interessare l'intero globo avvolgendolo completamente nella polvere.
Marte ha due  piccoli satelliti Phobos e Deimos, dal diametro medio rispettivamente di 22 e 12 Km, entrambi hanno forma irregolare e si pensa siano asteroidi catturati dal campo magnetico del pianeta.
Phobos orbita intorno a Marte più velocemente della rotazione del pianeta intorno al proprio asse per questo dalla superficie si vede Phobos sorgere a ovest e tramontare a est.
Phobos e Deimos sono molto deboli e per questo possono essere visti solo cono telescopi professionali, ma è notevole ciò che è stato inviato fino a noi dalle varie sonde spaziali: crateri, luci straordinarie, effetti fantastici inattesi.
Marte si differenzia nettamente nei suoi due emisferi:l'emisfero sud è formato prevalentemente da altipiani, densamente craterizzati a causa di impatti meteorici, l'emisfero nord è più omogeneo e l'altitudine media è inferiore.

Ci sono enormi vulcani e tra questi il più impressionante è il Monte Olympus, un vulcano largo alla base 600 Km e alto 27 Km, spesso coperto da nubi bianche che si vedono con il telescopio anche dal nostro pianeta, un'altra interessare struttura è rappresentata da un sistema di canyon, Valles Marineris lungo più di 4000 Km, un quinto della circonferenza del pianeta e che appare al telescopio come una striscia scura.
La superficie marziana si presenta come un deserto disseminato di rocce dalla colorazione rossastra per il contenuto di ossido di ferro e ghiaccio per molti chilometri di profondità, ci sono segni che fanno pensare che l'acqua possa aver fluito in passato sulla superficie del pianeta, quando il clima era più caldo.

Marte, nella cultura antica, rappresentava la morte e la distruzione, ma venne riconosciuto anche come dio dell'agricoltura, secondo ricerche archeologiche: è collegato ai segni dello Scorpione e dell'Ariete.