route 666 mistero americaQuali sono i luoghi del mistero in America? Ecco i principali tre che comunque non sono gli unici ma i più rappresentativi del mistero americano

 

 

route 666

 

 luoghi misteriosi america

 La strada del diavolo California

Esiste una strada negli Stati Uniti che ha il più grande numero di incidenti mortali di qualunque altra strada esistente in quello Stato americano, il suo nome è route 666. In molti hanno raccolto firme per far si che il Governo cambi il nome alla strada da cui si pensa partano le maledizioni avvenute agli incidentati poiché il 666 è il numero che viene descritto nella Bibbia come simbolo della Bestia che governerà il mondo distruggendolo, ma purtroppo il nome rimane al momento invariato forse anche perché la maggior parte dei politici americani sono massoni o anche satanisti e la cosa per loro va bene così..gli incidenti intanto continuano e hanno portatoo molti a pensare che possa esserci qualche guidatore pazzo diretto da "forze maligne" che goda (come avviene nello scritto di J.Carpenter) nell'uccidere uomini e animali alla guida del suo veicolo.

coral castle skalnin leed mistero

Coral Castle - Skalnin Leed

 Coral Castle Florida

Esiste un castello che non rispecchia i normali canoni che tutti usiamo per definire una struttura che possa portare questo nome stiamo parlando di Coral Castle eretto da un immigrato di nome Leed Skalnin, proveniente da Latvia, da cui arrivò negli Stati Uniti all'età di quattordici anni per via di un amore travolgente che lo spinse a inseguire la sua amata che però non lo ricambiava. Coral Castle è una costruzione che si estende su 10 acri di terra, che venne costruito dal solo Leed Skalnin senza alcun aiuto da parte di nessuno e senza l'uso di particolari attrezzature tecnologicamente evolute ma, a quanto sembra, solo grazie a un paranco e un motore di piccla cilindrata..ma veniamo a descriverne la storia con ordine. Skalnin era convinto che anche la sua amata lo avrebbe raggiunto e lo avrebbe sposato e per questo volle regalarle un intero castello, appunto Coral Castle, che lui stesso, come abbiamo detto, costruì senza particolari mezzi, tagliando perfino i pezzi di corallo del peso di varie tonnellate, tutto da solo: un lavoro immane. Egli scelse per la sua opera la Florida cominciando a tagliare, levigare, spostare i grossi blocchi di una barriera corallina che circondava la costa, riuscendo a costruire il suo castello in soli 3 anni, ripeto..DA SOLO!! Eresse fantastiche stanze pensando anche ai bambini che avrebbe voluto avere dalla sua amata, stanze mirabilmente intagliate nel corallo che avevano la magia nelle loro linee: il castello si spiega nella sua quasi totalità all'aperto, l'opera cui colpì maggiormente gli studiosi fu la porta girevole di varie tonnellate messa perfettamente in equilibrio tanto che una persona poteva aprirla solo con la spinta di un dito, oggi purtroppo per colpa di quegli studiosi ignoranti che smontarono la porta per studiarla ma rimettendola al suo posto non seppero ripetere la precisione di Skalnin, non si può più aprire solo con un dito.

coral castle mistero america

Portale di Coral Castle

Un altra cosa che colpisce e che nutre il mistero di Coral Castle è che i blocchi di corallo hanno un peso variabile dai quattro alle trenta tonnellate e non si riesce a comprendere come un uomo solo e senza mezzi particolari abbia potuto effettuare una tale monumentale costruzione senza alcun aiuto. Leed studiò i popoli antichi come gli Egizi e i Maya e soprattutto il loro modo di costruire edifici immensi forse riuscendo a trovare come si poteva annullare la forza di gravità:  il castello venne prima iniziato sulla costa opposta a quella dove risiede attualmente, poi Skalnin si accorse che non era il sito adatto e smontò tutto il suo lavoro sempre da solo, per ricostruirlo, terminandolo, nella locazione corretta anche se non ci si spiega cosa avesse di particolare l'ultima sede dove ancora oggi si trova il Coral Castle. In moplti hanno paventato la possibilità che sotto quella terra passino quelli che vengono chiamati nodi energetici, famosi anche per i dolmen che si trovano in Gran Bretagna o in giro per la Cina e che passerebbero in molte zone che spesso nell'antichità venivano scelte come luoghi sacri e che erano luoghi con un forte magnetismo. Skalnin inventò un mezzo per aumentare la perdita di peso dei blocchi che usava posizionare nella sua struttura spostandoli solamente di notte perché nessuno lo potesse scorgere infatti si dice che possedesse una particolare sensibilità a percepire se qualcuno lo stava spiando, bloccando immediatamente i lavori. Nel parco c’è anche un telescopio polare cioè puntato verso Sirio, che lo avrebbe guidato in tutta la costruzione del sito. Sono state rinvenute macchine rudimentali che avrebbero creato questo campo magnetico uguale e contrario a quello terrestre, dando così la possibilità di azzerare la gravità, ma ancora adesso non se ne capisce il funzionamento. Leed morì per cancro allo stomaco, dopo una vita di sofferenze dettate da rachitismo e tubercolosi lasciando dei volumetti sull’energia magnetica e i campi magnetici terrestri.

mesa verde luoghi mistero anasazi

Mesa Verde Anasazi

Mesa Verde Colorado

Nel 1540 un conquistatore spagnolo di nome Francisco Vasquez De Coronado partì per il New Mexico alla ricerca delle 7 città di Cibola, una città appartenente al mito più famoso con il nome di Eldorado dove tutto era ricoperto di oro zecchino e perfino la polvere era d'oro. Altri prima di lui avevano tentato di trovare la città di Eldorado come ad esempio Marcos De Niza ma senza successo, spesso le esplorazioni avevano riportato solo i cadaveri di tanti pionieri morti nell'impresa o addirittura la scomparsa degli stessi di cui non si seppe più nulla. De Coronado non riuscì mai a trovare la famosa città leggendaria ma per lo meno potè scoprire città comunque stupende  e ricche di prove storiche che vennero chiamate Cibola: sono in pratica una serie di città costruite attorno al primo millennio dopo Cristo da parte delle tribù degli Anasazi nella Mesa Verde, ora Colorado, o di Chaco Canyon, oggi l'attuale New Mexico. Dopo la scoperta di Coronado questi siti vennero nuovamente dimenticati forse perchè non possedevano sufficienti ricchezze da far passare alla storia il loro scopritore, finché nel 1888 non vennero ritrovate ancora una volta. Sono città ricavate scavando interamente la pietra dove trovavano alloggiamento duecento abitazioni che raggiungono anche i 4 piani, insieme ad esse vi sono anche altre trentasette costruzioni particolari chiamate Kivas a pianta circolare che all'origine erano coperte con pali di legno permettendo di far uscire il fumo delle cerimonie religiose, infatti i Kivas erano per gli Anasazi strumenti per controllare l'energia della madre terra uscente dal Sipapu un foro circolare scavato nel suolo. Purtroppo nel 1100 dopo Cristo la perdurante siccità fece decidere agli Anasazi ad andarsene pur di sopravvivere abbandonando la città.