Il Tantra

 

rituale-tantrico

 

Cos'è il Tantra?

Il TANTRA è un insieme di pratiche, riti, operazioni magiche e mistiche che consente di superare il velo delle apparenze sensibili e di raggiungere l'illuminazione liberatrice, unendosi alla divinità, riconducendo l'individuo alla sua sorgente assoluta.
Il tantrismo oltre ad essere una scuola di pensiero e di ascesi meditativa è anche una dottrina pratica, con esercizi e posture del corpo, tecniche di respirazione etc. che conducono alla perfezione e all'immortalità fisica.
Poiché la trasmutazione e la sublimazione delle energie nell'essere umano rappresentano due principi fondamentali nella pratica tantrica, e dato che l'energia sessuale ha una potenza colossale, l'unione sessuale tra due esseri che si amano, realizzata con la consacrazione, la trasfigurazione e la continenza, diventa essenziale per raggiungere determinati traguardi dal punto di vista spirituale.

L'unione fisica nel Tantra non si riduce ovviamente all'incontro fisico degli amanti ma consiste in una vera e propria unione mistica, una fusione sacra tra esseri che trasfigurano se stessi e l'altro in modo sublime, divino; entrambi infatti si percepiscono come due divinità, e diventano delle porte d'accesso per raggiungere l'assoluto attraverso vissuti estatici di infinita beatitudine.
Attraverso l'amore tantrico ha luogo continuamente il ricongiungimento dei due principi assoluti, eterni, il Maschile e il Femminile, le divinità Shiva e Shakti, che diventando uno e la stessa cosa raggiungono l'estasi mistica.

E' noto che uno dei concetti fondamentali nel Tantra è la corrispondenza tra il macrocosmo (l'universo) e il microcosmo (l'essere umano), concetto che è alla base anche dell'Alchimia e che si esplica attraverso il principio secondo il quale "Ciò che è in alto è uguale a ciò che è in basso, e ciò che è in basso è uguale a ciò che è in alto". Questo significa che la molteplicità è solo apparenza: tutto è, nella sua essenza, identico, poiché tutto ha una sola qualità e tutto è pervaso dallo spirito unificante del divino.
L'alchimia si fonda su una concezione organicistica del Cosmo in cui ogni parte è interconnessa, il tutto è correlato con il tutto ("tutto è in tutto"). Lo stesso alchimista si sente  parte del tutto, un elemento del Cosmo vivo e sensibile che svela i suoi meravigliosi misteri.

Come l'alchimista trasmuta il metallo in oro, quindi non cambia un elemento in un altro ma lo riporta alla sua materia primitiva originaria, così il tantrica trasmuta e sublima la propria energia vitale arcaica in forme superiori di energia. Attraverso tale processo le energie fisiche, erotiche si trasformano in energie spirituali.
Nel tantra ha luogo dunque una sorta di alchimia che conduce ad una trasformazione interiore soprattutto tramite l'attività amorosa rituale.  Nel tantra i fluidi  dell'uomo e della donna sono considerati essenza e forza vitale.

Attraverso tecniche specifiche, visualizzazioni e pratiche rituali il Tantra distilla in sé tale fluido e lo distribuisce in tutto il corpo per rivitalizzarlo e formare una sorta di elisir interno. E' importante dunque che il "fluido creatore" non vada perduto ma incanalato verso i piani superiori dell'essere, in particolare verso il centro di forza supremo SAHASRARA CHAKRA, sede della trascendenza e della pura spiritualità.
Il processo alchemico che si produce all'interno di colui che realizza le pratiche tantriche non è quindi limitato alla sfera fisica, organica ma coinvolge l'intero essere. Abbiamo già affermato infatti che l'unione sessuale tantrica è soprattutto un'unione spirituale, mistica, trascendentale, appunto perché è l'incontro di due corpi, due menti, due anime, due energie che si mescolano reciprocamente e si fondono fino a raggiungere lo stadio supremo che è lo Stato Androginale. Gli amanti assimilano così, all'interno del proprio essere, le rispettive qualità, energie, essenze e le sublimano completandosi a vicenda fino a diventare degli esseri compiuti e perfetti.

Nel Tantra quando l'uomo e la donna si incontrano nella fusione amorosa tantrica diventano Shiva e Shakti e si congiungono in un profondo piacere interiore, si perdono e fanno vibrare solamente l'energia cosmica. In questo incontro, che si trasforma in una sublime preghiera, l'individualità scompare e si manifesta l'entità cosmica; non esistono più due individui, due esseri umani limitati ma due esseri divini, che immersi in un amore totale e avvolgente, in un'adorazione reciproca si aprono al mistero dell'eternità e raggiungono le più alte vette della realizzazione spirituale.
Il tantra è dunque un'arte alchemica, un'arte eccelsa attraverso la quale la sessualità diventa un atto di adorazione sacro che, grazie all'amore infinito trasfigurante tra due esseri, permette di realizzare il Divino dentro di sé e di raggiungere il Supremo Assoluto.

Nel Tantra è questa la più grande alchimia, alchimia che solo l'amore sacro produce, poiché solo l'Amore è capace di operare trasformazioni inimmaginabili, solo l'Amore permette di trascendere la dimensione terrena e raggiungere quella dello Spirito, solo l'Amore trasforma misteriosamente gli esseri mortali in Dei.