Egiziani simboli Egizi

 Simboil Egiziani e significato

Per gli antichi egizi il mondo intero, così come lo vedevano, era rappresentato simbolicamente: il Sole e il Nilo che dava loro nutrimento e sostentamento, gli animali selvatici e quelli domestici, tutto era imbevuto di un senso recondito, perfino l'architettura specie quella associata ai riti funebri, era fitta di complessi significati evocativi.

Al suo livello più profondo il simbolismo era per gli Egizi (Simboli Egiziani) un modo per esprimere le loro riflessioni sulla natura e sulla vita stessa, la lotta tra bene e male, la vita dopo la morte.
La scrittura degli antichi egizi era altamente simbolica e direttamente associata agli Dei – una prova di quanto fosse stretta la relazione tra le figure tracciate e l'atto stesso di tracciarle sta nel fatto che un'unica parola indicava “disegnare” e “scrivere”.

Tutta la lingua era simbolica: due gambe interpretavano il camminare,  nella simbologia il rettangolo con una apertura alla base indicava invece una casa, le rappresentazioni del Dio Thot  erano numerose –  appariva come ibis, come testa antropomorfa, come babbuino o nume lunare – primordiale fu per gli egizi il ruolo del Dio della scrittura e patrono degli scribi, si credeva infatti che il linguaggio fosse stato donato direttamente dagli dei.

Il dio-babbuino Thot appare spesso mentre sorveglia uno scriba umilmente chino nell'atto di scrivere.


I Simboli Egizi piu comuni: